Congratulazioni! Hai vinto!
Risultati della partita
Tempo:
Punteggio:
Bonus di tempo:
Punti totali:
Le tue statistiche
Miglior punteggio:Data:
Partite vinte:Punteggio medio:
Partite giocate:Punteggio medio:
Percentuali di vittoria:
Gioca ancora
Le tue statistiche
Scegli tipo di punteggio
 Nessun punteggio
 Punteggio standard non cronometrato
Punteggio standard cronometrato
 Punteggio Las Vegas
 
 
Statistiche di base
Partite giocate:
Partite vinte:
Percentuali di vittoria:
Serie di vittorie più lunga:
Serie di sconfitte più lunga:
Serie attuale:
Statistiche di punteggio
Miglior punteggio:
Data:
Media punteggio per partite vinte:
Media punteggio complessiva:
Tempo e mosse
Tempo totale di gioco (secondi):
Tempo medio per partite vinte (secondi):
Numero totale di mosse:
Numero di mosse medio per partite vinte:
Numero di mosse medio all’ora per le partite vinte:
Ripristina
 
Chiudi
Chiudi
Informazioni

Tasti scorciatoia più importanti

Attiva schermo intero:F11 (maggior parte dei browser)
Annulla mossa:Ctrl-Z
Nuova partita:F2
Chiudi finestra di dialogo:Esc

Solitario

Ti diamo il benvenuto al Solitario online, conosciuto anche come Solitario Klondike o Solitario Classico! Si tratta di una delle versioni più famose del solitario, quindi non ha bisogno di ulteriori presentazioni. Buon divertimento!

Descrizione

Il Solitario è uno dei tanti giochi che appartengono alla categoria dei solitari ed è anche conosciuto come Solitario Klondike, Solitario Classico, Solitario Tradizionale o semplicemente Solitario. È uno dei solitari più famosi in tutto il mondo. Si tratta di un gioco di carte giocato da una sola persona. L’obiettivo, come la maggior parte dei solitari, è quello di riordinare le carte secondo il seme e il valore posizionandole nelle case situate nell’angolo in alto a destra dello schermo. Non è sempre possibile vincere la partita. Anzi, si può raggiungere la vittoria solo in circa la metà delle partite.

Il tabellone di gioco consiste di sette colonne che vanno a creare la caratteristica forma a triangolo. La prima colonna contiene una carta, la seconda due carte, la terza tre, e così via. Tutte le carte vengono disposte coperte, tranne l’ultima della colonna che viene disposta scoperta. Nell’angolo in alto a sinistra c’è il mazzo, da cui si possono pescare altre carte. A seconda della variante del gioco sarà possibile pescare una o tre carte, queste verranno poi messe nella pila degli scarti. Se si pescano tre carte per volta, queste vengono disposte a ventaglio nella pila degli scarti, in modo che sia sempre possibile vedere le tre carte più recenti.

Regole

Le case

Il gioco ha quattro case in cui il giocatore dovrà posizionare le carte. La prima carta da posizionare in una casa (la carta base) è l’Asso. Dopodiché, si dovranno posizionare le carte in sequenza, fino al Re, rispettando il seme dell’Asso. Dato che per giocare si usa un mazzo intero, 52 carte, è possibile posizionare tutte le carte: 4 case di 13 carte per seme, per un totale di 52 carte.

A differenza di altri solitari (per esempio Freecell), è possibile prendere le carte dalle case e posizionarle sulle colonne. Questa mossa viene definita “risurrezione”, ed è utile quando si trova una carta importante nel mazzo, ma non si ha posto per posizionarla sul tavolo.

Colonne

All’inizio, la maggior parte delle carte sono disposte coperte. Per scoprire una carta sarà necessario rimuovere tutte le carte scoperte sopra di essa.

Le carte si possono muovere da una colonna all’altra, da una colonna a una casa e dalla pila degli scarti o una casa a una colonna. Una carta (o una pila di carte) può essere posizionata sopra un’altra carta in una colonna solo se la carta su cui si poserà è del colore opposto e del valore immediatamente superiore alla carta che si sta spostando. In altre parole, le colonne possono essere costruite solo posizionando le carte in sequenza e alternando i colori.

L’unica carta che può essere posizionata in una colonna vuota è il Re.

Puoi cliccare su una carta con il tasto destro del mouse per mandarla in una casa. Puoi anche cliccare con il tasto destro sulla zona sotto le carte per inviare tutte le carte possibili nelle rispettive case.

Il mazzo e la pila degli scarti.

Nell’angolo in alto a sinistra del tabellone di gioco c’è un mazzo di carte. Quando non sarà più possibile effettuare mosse con le carte già presenti nelle colonne potrai pescare dal mazzo.

Il mazzo può funzionare in due modi: si può pescare una carta alla volta, oppure, si possono pescare tre carte alla volta. Le carte pescate dal mazzo vanno nella pila degli scarti. Se peschi una carta alla volta, sarà visibile solo una carta in cima alla pila degli scarti. Se peschi tre carte alla volta, queste saranno disposte a ventaglio sulla pila degli scarti (sempre che ce ne siano tre o più nella pila). Puoi pescare una carta in cima alla pila degli scarti e posizionarla su una colonna o in una casa, seguendo le regole per il posizionamento delle carte.

Quando avrai pescato tutte le carte del mazzo, potrai, in alcuni casi, riprendere la pila degli scarti e usarla di nuovo come mazzo. La possibilità di effettuare questa mossa dipende da quante carte peschi dal mazzo, ma anche dal metodo di conteggio dei punti che decidi di usare.

Se pescherai tre carte per volta, il gioco risulterà un po’ più difficile, dato che pescando una carta per volta potrai avere l’occasione di giocare tutte le carte. Invece, quando peschi tre carte per volta, potresti bloccarti e alcune carte nel mazzo non saranno disponibili; anche pescando più volte.

Punteggio

Nel solitario classico esistono quattro metodi per il conteggio dei punti. Il primo è semplice: non si contano i punti. Questo è il più flessibile, e ti consente di utilizzare la pila degli scarti come mazzo tutte le volte che vuoi, a prescindere da quante carte peschi (una o tre).

Il secondo metodo si chiama Punteggio Vegas. Il giocatore inizia il gioco con 52 Dollari di debito, e può guadagnare soldi posizionando le carte nelle case, ognuna delle quali vale 5 Dollari per ogni posizionamento. Non è difficile fare i calcoli, se il giocatore vince guadagna 208 Dollari. Tuttavia, questo metodo è difficile, dato che limita molto il numero di volte che il giocatore può utilizzare la pila degli scarti come mazzo. Quando si pesca una carta è possibile usare il mazzo una volta sola. Quando si pescano tre carte è possibile usare il mazzo tre volte.

Il metodo successivo è il Punteggio standard. Il giocatore inizia con 0 punti, vengono assegnati 5 punti ogni volta che il giocatore posiziona una carta sulle colonne. Inoltre, vengono assegnati 10 punti per ogni carta posizionata nelle case. Per ottenere il punteggio massimo da una carta pescata dal mazzo, si dovrebbe prima posizionare in una colonna e poi spostarla nella propria casa, in questo modo si ottengono 15 punti per una carta. Con questo metodo si può rinnovare il mazzo con la pila degli scarti infinite volte. Tuttavia, ogni volta si perderanno 100 punti.

L’ultimo metodo è il Punteggio a tempo. È molto simile al Punteggio standard, solo che tiene in considerazione anche il tempo trascorso. In particolare, viene sottratta una piccola quantità di punti periodicamente. Inoltre, alla fine del gioco, viene assegnato un bonus. L’importo del bonus dipende dalla velocità con cui si risolve la partita.

Strategia

Nel solitario tradizionale non c’è molta strategia. Si tratta principalmente di un gioco che dipende dalla fortuna. Non è sempre possibile vincere una partita, anche se si riuscisse a prevedere il futuro. Questo succede perché in alcune mani le carte sono disposte sul tavolo in un modo impossibile da ordinare, indipendentemente dalle azioni del giocatore. Nello specifico, è possibile vincere solo il 40% delle partite.

Tuttavia, ci sono alcune regole base che dovrebbero aiutarti ad aumentare il numero delle vittorie. Per esempio, non è sempre una buona idea mettere subito le carte nelle case. Potrebbe essere più saggio tenerle in gioco per un po’, nel caso in cui compaia un’altra carta importante che potrebbe essere posizionata sopra di esse.

Esempio di risoluzione di una partita

In questo esempio ti mostreremo come iniziare una partita nel caso tu abbia scelto di pescare tre carte dal mazzo. Lo scopo di questo esempio è spiegare le regole, ma non devi pensare che rappresenti un esempio di gioco ottimale.


Alla partenza vediamo che sono possibili due mosse. Si può spostare il 2 di Cuori sul 3 di Picche, oppure si può spostare la Donna di Fiori sul Re di Cuori. Invece, non si può spostare il 3 di Picche su nessuno dei due 4, dato sono tutte carte nere.

Ora vediamo che è stato scoperto il 3 di Cuori, il che è un bene. Si può posizionare sul 4 di Picche adiacente. Inoltre, si può spostare la sequenza di Re e Regina dall’ultima colonna, alla prima.

Adesso si può posizionare il 6 di Picche sul 7 di Quadri.

Dato che le carte in tavola non permettono di fare altre mosse, è arrivata l’ora di pescare le carte dal mazzo.

L’8 di Quadri non sembra utile al momento, quindi si pescherà un’altra serie di tre carte dal mazzo.

Anche il 10 di Picche non è utile. Quindi si pesca di nuovo.

Finalmente, è uscita una carta utile! È uscito un Asso. Ora possiamo posizionarlo sulla prima casa disponibile.

Ora possiamo posizionare il 2 di Cuore sopra l’Asso nella casa.

Presta attenzione, potremmo posizionare il 3 di Cuori sul 2 di Cuori presente nella casa. Tuttavia, per ora non faremo questa mossa, dato che il 3 di Cuori può ancora essere utile in gioco. Se scopriamo il 2 di Picche e il 2 di Fiori prima di trovare gli Assi corrispondenti, potremo usare il 3 di Cuori per conservare temporaneamente queste carte. Quindi, per il momento terremo il 3 di Cuori al suo posto. Invece di muovere la carta, pescheremo altre tre carte dal mazzo.

Ancora una volta, non abbiamo mosse disponibili, quindi peschiamo di nuovo.

Spostiamo il 5 di Quadri sul 6 di Picche.

Finalmente possiamo spostare qualche carta sul tabellone di gioco. Prendiamo il 4 di Fiori dalla sesta colonna e spostiamolo sul 5 di Quadri della quarta colonna.

Non puoi fare altre mosse. Ma non preoccuparti, è una cosa abbastanza normale. Peschiamo ancora dal mazzo.

Peschiamo un’altra volta.

E un’altra ancora.

Siamo arrivati alla fine del mazzo. Per fortuna, però, abbiamo a disposizione un paio di mosse utili. Possiamo spostare il 10 di Quadri sul Jack di Fiori, in questo modo si scopre il 2 di Quadri. A sua volta, questo può essere spostato sul 3 di Picche.

Dato che nella pila degli scarti c’è un 4 di Cuori, è meglio non aspettare ancora per usare il 3 di Cuori, usiamolo subito. Spostiamo il 3 e il 4 di Cuori nella casa.

Ripristiniamo il mazzo con le carte nella pila degli scarti.

Peschiamo tre carte dal mazzo.

Ancora, peschiamo tre carte dal mazzo.

E ripetiamo ancora.

Ora è possibile posizionare il 5 di Picche sotto il 6 di Quadri.

Poi, riprendiamo il 4 di Cuori. Spostiamolo dalla casa per posizionarlo sopra il 5 di Picche. Presto capirai perché.

Ora è possibile posizionare il 3 di Picche e il 2 di Quadri sul 4 di Cuori.

A questo punto possiamo spostare l’intera serie di cinque carte nella terza colonna per portarla sotto il 7 di Picche che si trova nella seconda colonna. Così si conclude il nostro piccolo tutorial! Ora dovresti conoscere tutte le mosse di base, e anche un paio di buone strategie per iniziare a giocare al meglio. Buona fortuna!

Storia

Il solitario, in generale, è un tipo di gioco di carte che può essere giocato da una persona in solitaria. L’obiettivo di solito è quello di riordinare le carte secondo il seme e la sequenza mettendole nelle case, posizionate spesso (ma non sempre) sulla parte alta del tabellone di gioco.

Va detto che il gioco non era menzionato nei grandi compendi sui giochi del XVII secolo, ma viene menzionato per la prima volta in un'antologia di giochi tedesca risalente alla fine del XVIII secolo. Quindi, le origini del solitario, come genere di gioco, vengono fatte risalire a questo periodo in Germania, o in alternativa in Danimarca o Norvegia, come suggerito dal nome che veniva usato per descriverlo: kabale. La prima collezione stampata di solitari fu creata nel 1870, e scatenò l'interesse per questo genere di giochi, a cui seguirono molti altri libri sull'argomento.

Il solitario Klondike (conosciuto anche come Solitario Classico o semplicemente Solitario) divenne popolare nel XIX secolo, e probabilmente prese il nome dalla città situata vicino al confine tra Alaska e Canada, dove ci fu una corsa all'oro negli ultimi anni del XIX secolo. Da lì, si diffuse in tutto il mondo, ed è ormai considerato il solitario più popolare.

La versione per computer del solitario Klondike fu creata inizialmente per il sistema operativo Microsoft Windows 3.0 negli anni '90. È considerato il primo videogioco occasionale. Il gioco fu incluso per aiutare gli utenti a familiarizzare con l'interfaccia grafica e la tecnica del trascinamento e rilascio degli oggetti su schermo. Il gioco divenne presto popolare, e secondo stime recenti, il solitario ha 35 milioni di giocatori attivi al mese.

Purtroppo, a causa della sua popolarità, il solitario ha contribuito a un calo della produttività negli uffici, e spesso viene disattivato o rimosso dal sistema operativo Windows dagli amministratori di sistema. Questo ha portato alla creazione di molti solitari online che stanno diventando sempre più popolari; e non solo tra gli impiegati d'ufficio. Questa versione del solitario online si ispira ai giochi disponibili su Windows, specialmente Windows 7, ed è stata creata per esservi il più fedele possibile.

Chiudi